• Home
  • ARCHIVIO STORICO
  • INCONTRARE L'ALTRO INCONTRARE SE STESSI lo psicodramma promotore di cambiamento e riscoperta di sè

ARCHIVIO STORICO EVENTI PSICODRAMMA

INCONTRARE L'ALTRO INCONTRARE SE STESSI lo psicodramma promotore di cambiamento e riscoperta di sè

Treviso, sabato 14 e domenica 15 novembre 2009

Istituto Magistrale Statale Duca degli Abruzzi - Via Caccianiga 5, Treviso

SABATO 14 NOVEMBRE

9.00: Iscrizioni
9.30- 11.00 Plenaria
    Relatori:
  • Dott. Pasquale Borsellino, psicologo, psicoterapeuta, responsabile dei consultori familiari U.L.S.S. 8
  • Dott. Anna Boeri, educatore professionale, psicodrammatista U.O. serT Levante, dipartimento salute mentale e dipendenze patologiche azienda U.L.S. di Piacenza
    Moderatore:
  • Giulia Gallinari, psicologa, psicoterapeuta, psicodrammatista
  • 11.00-12.30: sociodramma
  • 12.30-14.00: Pausa Pranzo
14.00-16.00: Laboratorio a scelta tra:
  • 1 Antinea Pezzè “SOGNO O SON DESTO? … VIAGGIO ATTRAVERSO LE FIABE
  • 2 Daniele Reggianini “AZIONE, INTERAZIONE, RELAZIONE: LA FONDAZIONE DELL’ESSERE” 20 posti
  • 3 Sara Fumagalli “COME GLI ALTRI CI VEDONO, COME GLI ALTRI CI VOGLIONO”
  • 4 Baratti- Sicouri e Motta “WORKSHOP DI TEATRO PER LO SVILUPPO DI COMUNITà”
  • 5 Giovanni Boria “VIVERE IL CAMBIAMENTO”
  • 6 Diana Botti “ADÈS PU BASTA!”
  • 7 Lucia Moretto “I SIMBOLI DELLA TRASFORMAZIONE”
  • 8 Mascia Papi “IL GRUPPO DI PSICODRAMMA COME STRUMENTO DI CRESCITA E DI MIGLIORAMENTO DELLE RELAZIONI INTERPERSONALI”
  • 9 MariaSilvia Gugliemin- Nicoletta Gola “IL GRANDE VENTO SOFFIA” riservato ai bambini
16.30-18.30: Laboratorio a scelta tra:
  • 1 Nicoletta Gola “VITA E GERMOGLI DI CRESCITA”
  • 2 Stefano Boso “IL GIARDINO INTERIORE”
  • 3 Giulia Gallinari: SIAMO STELLE, A QUALE COSTELLAZIONE APPARTENIAMO?
  • 4 Anna Maruzzi “VOLTA LA CARTA”
  • 5 Angela Chiavassa "DEE DI LUNA"
  • 6 Renzo Comin “UNA ROTTURA DI SCATOLE: PSICODRAMMA DELLA VITA QUOTIDIANA…”
  • 7 Maria Giardini “A COME AMORE? INCONTRO, SCONTRO E CRESCITA NELLE RELAZIONI SENTIMENTALI”
  • 8 Anna Lamo “IO E LA MAMMA” Il gioco creativo formativo delle relazioni familiari (4-5 anni) max 8 coppie
  • 9 Antinea Pezzè “L’OMBRELLAIO MAGICO” (7-10 anni)

DOMENICA 15 NOVEMBRE

9.30- 11.30 Laboratorio a scelta tra:
  • 1 Tatiana Sicouri “STORIE IN CARNE E OSSA”
  • 2 Giulia Gallinari “NEL BOSCO CON CAPPUCCETTO ROSSO”
  • 3 Mariasilvia Guglielmin “TRASFORMAZIONI”
  • 4 Maria Giardini “ "A" COME AMORE? INCONTRO, SCONTRO E CRESCITA NELLE RELAZIONI SENTIMENTALI”
  • 5 Marco Greco "PSICOTERAPIA PSICODRAMMATICA"
  • 6 Brigitte Le Jeune “COME I PAESAGGI INTERIORI INFLUENZANO IL RAPPORTO ESTERNO CON GLI ALTRI”
  • 7 Francesco Valentini “LABORATORIO DI TEATRO D’IMPROVVISAZIONE, MUSICA, DISEGNO E MOVIMENTO: QUANDO IL SIMBOLO ATTRAVERSA IL CORPO”
  • 8 Ivan Fossati: “IL VISSUTO DI MORTE NELLA NOSTRA VITA: INCONTRI DI EMOZIONI, D’INTERPRETAZIONI E DI ASPETTATIVE”
  • 9 Anna Esposito “LA SALA DEGLI SPECCHI”
  • 10 Alberto Bisiol “LABORATORIO DI PSICODRAMMA”

11.30- 12.30 Plenaria Chiusura dei lavoriMaria Silvia Guglielmin e Nicoletta Gola

ISCRIZIONI:


Dal 5 ottobre al 12 Novembre 2009 direttamente sul sito www.studiopsicodramma.it Procedi all'iscrizione
Il costo del convegno di entrambe le giornate è di 15.00 euro. Non sono previste riduzioni di prezzo per chi partecipa ad una sola giornata

Per maggiori informazioni telefonare alla dott.ssa Alice Bacchin 3494012261 o spedire una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


DESCRIZIONE DEI LABORATORI

  • MARCO GRECO
    "Psicoterapia Psicodrammatica"
    nel rispetto della soggettività individuale lo psicodramma si propone come terapia, divenendo agente di cambiamento terapeutico e aiutando le persone a riscoprire tutti i "ruoli" che potrebbero arricchire la loro interiorità ma che ancora restano sopiti
  • GIOVANNI BORIA
    "Vivere il cambiamento"
    sessione di psicodramma moreniano. il laboratorio vuole essere un'occasione di riscoperta del sè, uno spazio franco dove sperimentarsi e potersi dimostrare che la creatività non solo è possibile ma che rappresenta la via più autentica per raggiungere il cambiamento
  • STEFANO BOSO
    “Il giardino interiore”
    La natura può esprimersi con il suo multiforme linguaggio anche dentro di noi. I suoi più diversi elementi trovano eco e corrispondenza nella nostra più profonda realtà interiore. Il presente laboratorio psicodrammatico ha l’obiettivo di favorire la presa di contatto e l’esplorazione del proprio “giardino interiore” e delle sue variegate simbologie, il tutto in armonia con la nostra natura di esseri umani desiderosi di crescere.
  • ANNA ESPOSITO
    “La sala degli specchi”
    Il laboratorio propone percorsi individuativi attraverso l’esplorazione psicodrammatica di atomi sociali
  • ANNA LAMO
    “Io e la mamma” Il gioco creativo-formativo delle relazioni familiari
    Il laboratorio “Io e la Mamma” nasce con l’intenzione di creare uno spazio nel quale mamma e figlio possano vivere un momento relazionale che intensifica il rapporto filiale ma anche quello socio-amicale. Durante il laboratorio le diadi madre-figlio, attraverso adeguate attività ludiche e artistiche, saranno accompagnate dal conduttore verso uno stare insieme armonioso perché divertente, emozionante e creativo. L’atmosfera, sobria di stimoli che distraggono dallo stare teneramente insieme, incoraggerà la conoscenza profonda e una sana vicinanza
    Psicodramma classico. Attività ludico-artistiche
  • MASCIA PAPI
    “Il gruppo di psicodramma come strumento di crescita e miglioramento delle relazioni interpersonali”
    Obiettivo del laboratorio: verificare in prima persona come il gruppo possa essere fonte di scoperta e ri-scoperta dei talenti individuali e favorire il miglioramento della relazione tra sé e gli altri.
    Canovaccio: data la natura dell’iniziativa, si propone di utilizzare, nel rispetto della metodologia dello psicodramma classico, semplici attività di messa in relazione accompagnate a un momento di “debriefing” finale che possa esplicitare anche la funzione delle attività proposte.
    Conduttrice: Mascia Papi, psicodrammatista e formatrice aziendale
  • MARIASILVIA GUGLIELMIN
    “Trasformazioni”
    Nella spirale del tempo ogni cosa cambia e si trasforma. Osservare i cambiamenti della vita e i nostri cambiamenti, ci permette di crescere e diventare più consapevoli. E' uno sguardo, verso chi eravamo e verso chi siamo, fatto di emozioni di diversi colori, che ci permettono di dipingere il nostro futuro.
  • MARIASILVIA GUGLIELMIN-NICOLETTA GOLA
    “Il grande vento soffia...”
    laboratorio per bambini dai 6 agli 8 anni per giocare, divertirsi e crescere insieme....
    si accettano psicodrammatisti che hanno voglia di giocare
  • ALBERTO BISIOL
    "laboratorio di Psicodramma"
    il laboratorio ha l'intento di dare spazio a coloro che desiderano iniziare o continuare il proprio cammino di cambiamento, lavorando su aspetti di sè e della propria vita, per star meglio con se stessi e gli altri.
  • TATIANA SICOURI
    "Storie in carne ed ossa".
    Laboratorio espressivo: “...il gesto non è una reazione a uno stimolo , ma è l'azione di un corpo su un ambiente complesso e qualificato come solo la vita e non la scienza è in grado di offrire”. Umberto Galimberti
    Nel mondo ci muoviamo come esseri dotati di sensi.
    Il laboratorio propone un'esplorazione creativa individuale e di gruppo, attraverso le immagini corporee.
  • ANTINEA PEZZè
    Laboratorio adulti: “Sogno o son desto?.... Viaggio attraverso le fiabe”
    Attraverso l’utilizzo delle fiabe si propone un “viaggio” nel mondo dei sogni alla scoperta di nuove parti di sé, di ciò che è ancora nascosto ma, allo stesso tempo, ben presente nel nostro io e che si manifesta nei modi più svariati attraverso atteggiamenti e comportamenti a volte inspiegabili.
  • Laboratorio bambini: “L’ombrellaio magico” (per bambini dai 7 ai 9-10 anni)
    L’obiettivo di questo laboratorio è quello di stimolare la fantasia, la creatività e la spontaneità dei bambini attraverso l’uso di vari oggetti (tra i quali anche un ombrello) che, durante l’attività, si trasformeranno in animali, personaggi o strumenti animati dai piccoli. Nell’arco delle due ore essi avranno la possibilità di sperimentarsi e sbizzarrirsi ad inventare avventure che interpreteranno esprimendo nuove parti di sé, sia individualmente che in piccoli sottogruppi.
  • BARATTI-SICOURI-MOTTA
    "Workshop di Teatro per lo Sviluppo di Comunità"
    Comunità è un termine vasto, che comprende tante e diverse realtà.
    In questo workshop, si considererà il gruppo come espressione della comunità; a partire dalle esperienze di ciascuno nell'arco della giornata, si lavorerà per sviluppare le interazioni e accrescere il potenziale della comunità, nelle sue molteplici espressioni
  • SARA FUMAGALLI
    "Come gli altri ci vedono, come gli altri ci vogliono"
    Laboratorio di psicodramma classico moreniano
    Una sessione di psicodramma come occasione per esplorare le immagini di noi che gli altri ci restituiscono e le aspettative che nel tempo abbiamo ricevuto, e per riconoscere l’importanza che le relazioni hanno nella costruzione della nostra individualità.
  • MARIA GIARDINI
    " “A”come Amore? Incontro, scontro e crescita nelle relazioni sentimentali"
    Laboratorio di psicodramma classico sul tema delle relazioni amorose. Laboratorio esperienziale in cui i partecipanti saranno accompagnati nell'esplorazione dei propri ricordi e desideri circa le proprie relazioni affettive attuali, passate o future."Le relazioni sono come le piante. Hanno bisogno di vasi sempre più grandi man mano che crescono: se si prova a mantenerle nei contenitori che andavano bene quando erano giovani, moriranno per mancanza di nutrimento o continueranno a crescere spaccando il vaso.."Hal Stone
  • DANIELE REGGIANINI
    "Azione, interazione e relazione: la fondazione dell'essere"
    Il laboratorio si propone di far sperimentare ai partecipanti come la specifica strutturazione del tempo e dello spazio interattivo,
    promossa dal metodo psicodrammatico di matrice moreniana, promuova l'arricchimento e la trasformazione del senso di identità individuale
  • DIANA BOTTI
    "ADÈS PU BASTA!…Per quando non ne puoi più"
    Quando, per le ragioni più diverse, arrivi al punto in cui non ne puoi più in Romagna si dice << ADÈS PU BASTA! >>.
    Spesso in questi momenti il primo istinto è quello di liberarci in toto di un vissuto intollerabile, la pressione è tale da impedire la visione di elementi che invece meriterebbero di essere salvaguardati. Lo psicodramma può offrire strategie per guardare con maggior consapevolezza ciò da cui ci si distacca e affrontare il nuovo verso cui ci si incammina con le lezioni del passato e la curiosità per l’avvenire.
    Questo il tema che affronteremo, con strategie psicodrammatiche, nelle mie due ore di lavoro.
  • RENZO COMIN
    "Una rottura di scatole: psicodramma della vita quotidiana…"
    Il laboratorio mette in scena il “doppio senso” contenuto nel titolo:
    lo psicodramma ci aiuta ad affrontare le piccole o le grandi situazioni di
    stress del vivere quotidiano e a sbarazzarci delle “scatole mentali”
    che ostacolano la nostra spontaneità e creatività.
  • NICOLETTA GOLA
    “Vita e germogli di crescita"
    Un laboratorio per riscoprire dentro di se risorse, desideri ed antichi sorrisi di vita.
  • ANNA MARUZZI
    “Volta la carta”
    Un’esperienza di psicodramma classico per raggiungere l’invisibile attraverso il visibile.
  • GIULIA GALLINARI
    “Nel bosco con Cappuccetto Rosso”
    Il laboratorio si propone di esplorare in chiave psicodrammatica la fiaba di Cappuccetto Rosso.
    La fiaba è un potente strumento di conoscenza, favorisce nei bambini e negli adulti lo sviluppo della personalità, offre significati diversi e arricchisce l'esistenza dell'individuo. Verranno messi in scena i personaggi della fiaba e al termine del laboratorio si discuterà delle varie interpretazioni date nel corso del tempo.
  • FRANCESCO VALENTINI
    "Laboratorio di teatro d’improvvisazione, Musica, disegno e movimento: quando il simbolo attraversa il corpo”
    L’ascolto, la melodia, il disegno automatico e il movimento del corpo sulla scena.
    Un percorso di ascolto della musica, del simbolo e di come entrambi riverberano nel proprio corpo, nel proprio cuore ed infine nella mente.
    Il seminario vuole essere la proposta di un sentiero d’espressione creativa, figurativa e corporea, per scoprire i legami sottili e profondi tra simbolo e movimento, tra emozione e comunicazione, cercando nuove modalità di espressione di sè, maggiormente consapevoli, artistiche, autentiche.
ISCRIZIONI
Dal 5 ottobre al 12 novembre 2009 direttamente sul sito www.studiopsicodramma.it. Il costo del convegno di entrambe le giornate è di 15 euro. Non sono previste riduzioni di prezzo per chi partecipa ad una sola giornata
Con il patrocinio dell’Istituto Magistrale Duca degli Abruzzi, Comune di Treviso, Provincia di Treviso, Ordine degli psicologi, Aipsim, Scuola di Milano Treviso, associazione Essere Insieme, Studio psicodramma di Treviso, Studio psicodramma di Padova, Studio psicodramma di Nervesa della Battaglia